1702224

La testa degli italiani

Prezzo: 8.20 €
Pagine: 256
Compra on line

Per alcuni stranieri, l’Italia è solo una grande, poetica, immutabile “Toscana mentale”. Una terra di luce e profumi, aperitivi al tramonto, mattoni a vista e indigeni cordiali. Ma nella testa degli italiani — purtroppo o per fortuna — c’è ben altro. Percorrendo la Penisola in compagnia di amici venuti dall’estero, Beppe Severgnini diventa cicerone ironico e implacabile. Da Milano a Firenze, da Roma a Napoli, dalla Sardegna fi no alla sua città (Crema): l’insolita guida “traduce” le strade, le case, le piazze, i negozi, le chiese, gli stadi, gli ipermercati, le spiagge. Un viaggio metaforico, autocritico e divertente attraverso il nostro modo di vivere oggi. Dieci giorni, trenta luoghi. Dall’alimentazione alla politica, dalla morale alla TV, dal sesso (inevitabile) alla generosità (indiscutibile). Grazie allo sguardo e alla penna di uno dei nostri autori più amati, il ritratto di un Paese che “ci manda in bestia e in estasi nel raggio di cento metri e nel giro di dieci minuti”.

Col titolo La Bella Figura, questo saggio è diventato un “New York Times Bestseller”, il primo dopo decenni scritto da un italiano, ed è stato tradotto in molte lingue.

 

I VOSTRI COMMENTI
    • marco | 5 giugno 2015 alle 08:47

      Mi sono piu’ volte imbattuto in scritti/dibattiti nei quali si citava l'”italianissimo” concetto di “bella figura”.
      Ma oggi ho scoperto che si tratta della solita ignoranza di chi considera “tipicamente italiano” tutto cio’ che non ha semplicemente riscontri nel mondo anglosassone. Infatti i Francesi parlano di “pietre figure” per dire – sostanzialmente – “figura di merda”. Di cui “bella figura” e’ semplicemente il contrario. E non so cosa derivi da cosa, ma visto quanto tempo i Francesi sono stati in Italia …

Lascia il tuo commento