Punteggiatura puntigliosa

DUE PUNTI Sono la benedizione di chi scrive. Uno pensa: non si può evitare che le frasi siano piene di che. Sbaglia: grazie ai due punti, utili a introdurre la frase oggettiva, ne ho appena eliminato uno.

PUNTINI DI SOSPENSIONE Sono il morbillo e la varicella del testo. Si fanno da bambini, poi basta

PUNTO ESCLAMATIVO La virgola è francese, il punto americano, il punto interrogativo tedesco; ma il punto esclamativo è certamente italiano. Emotivo, eccitabile e lievemente enfatico. Si può usare: una volta all’anno, come il costume di carnevale.

PUNTO E VIRGOLA Il più breve manifesto ideologico mai scritto: basta saperlo leggere. Contiene una dose di dubbio e suspense, e obbliga a una deliziosa, impercettibile apnea mentale. Se, scrivendo, considerate il punto troppo drastico, e la virgola troppo frivola, il punto e virgola è quello che fa per voi.

I VOSTRI COMMENTI
    • Luciano | 15 febbraio 2013 alle 11:03

      Il punto e virgola dovrebbe essere obbligatorio quando la frase che lo segue contiene un verbo.
      Sbaglio?

Lascia il tuo commento