45 (x2) buoni motivi per… sentirsi EUROPEI

1
OMERO Ogni autore d’avventura ha dovuto misurarsi con lui, e ne è uscito con le ossa rotte. Spielberg, Crichton, Clancy, Ludlum: rassegnatevi.
2
PIZZA Pasta, pomodoro, formaggio. Semplice, gustosa, economica. Gli americani sostengono di averla inventata. Vadano a dirlo a Napoli, se hanno il coraggio.
3
SCOLLATURE Gli inglesi usano il termine migliore, cleavage (scollatura e décolleté fanno molto Robespierre). Ma gli italiani forniscono spesso la materia prima (Lollo, Loren, Ferilli, Cucinotta e via rotondeggiando).
4
IKEA Ditta svedese ha convinto il mondo che è bello lottare con le istruzioni per il montaggio.
5
CIOCCOLATO L’oro nero dei belgi e degli svizzeri.
6
PREMI NOBEL Gli unici rivali dei premi Oscar.
7
MONETA UNICA E’ comoda, e ci ha salvato da un sacco di guai. Presto lo capiranno anche gli inglesi
8
OLIO D’OLIVA Una lezione che ha viaggiato dal sud al nord.
9
FOOTBALL Gioco inventato dagli inglesi (come cricket, golf, rugby, tennis). I tedeschi ne hanno fatto uno sport; gli olandesi una disciplina atletica; gli spagnoli un genere teatrale; noi italiani una lotteria. Ogni tanto – pensate – vinciamo.
10
CELLULARI I maggiori produttori stanno in Finlandia, i massimi utenti in Italia (GSM, Gridare Senza Motivo). In America, rincorrono.
11
CHIESE Da Notre Dame (Parigi) ad Abbadia Cerreto (Lodi), il cristianesimo ha lasciato tracce profonde. E noi cosa facciamo? Le seguiamo litigando.
12
GIOVANNI PAOLO II Una rockstar dello spirito. Il polacco che ha affossato il comunismo (con qualche aiuto, terreno e divino).
13
CRISTOFORO COLOMBO Intuitivo, fortunato, impreparato. Un italiano vero.
14
GIULIO CESARE Sarebbe un ottimo presidente della Commissione Europea.
15
BEATLES Come la Settimana Enigmistica, vantano numerosi tentativi di imitazione.
16
BIRRA Dalla boema Budweiser all’irlandese Guinness, dalle ales inglesi alle pilsen tedesche. Neanche il sesso ha provocato più pancioni in Europa.
17
BIDET In America non li capiscono; in Africa, li ignorano; in Oriente, li ritengono morbosi; in Australia ci lavano le calze. Insieme al wc, il bidet è invece una conquista della civiltà. Chi glielo spiega agli inglesi?
18
COLTELLINO SVIZZERO Sconsigliato per il combattimento corpo a corpo. Il resto si può fare.
19
OLIVETTI LETTERA 22 Dal 1950, il simbolo della perfezione estetico-dattilografica. Anche i computer, quando la vedono, si inchinano.
20
VENTI Ponentino e levante, tramontana e grecale: l’aria europea ha personalità.
21
P.G.WODEHOUSE Quale europeo non è orgoglioso d’esser nato sullo stesso continente? (Jeeves direbbe: "Continente, Sir ? Con rispetto, questa a me pare un’isola.")
22
WURSTEL Maiale in forma cilindrica. Un gioiello di design, un modello di funzionalità alimentare.
23
FIORDI Mare a fette, che geniali questi norvegesi.
24
BANDIERE Varie e colorate, sono servite spesso a sostenere le cause sbagliate. La più bella è la più nuova: blu, con dodici stelline nel mezzo.
25
PASSEGGIO Caposaldo della vita sociale. In America non si passeggia: si va e si torna.
26
TERRAZZA ESTIVA Dopo una giornata stressante, la terrazza (privata, al ristorante) sostituisce lo psicanalista e rappacifica col mondo.
27
PARLAMENTO Quello inglese è il più antico, e rimane il migliore (il nostro ha bisogno di qualche ritocco).
28
PICASSO Genio indiscusso. Anche perché pochi sanno da che parte cominciare a discuterlo.
29
OXFORD e CAMBRIDGE Classe, cultura e snobismo si sposano nella campagna inglese.
30
CHICKEN TIKKA MASALA Tipico piatto britannico. Diciamolo: c’era bisogno di qualche novità.
31
GIORNALI I nipotini di Gutenberg resistono. Non toglieteci il Corriere della Sera, The Economist , Suddeutsche Zeitung , El Pais , Le Monde eccetera (senza dimenticare La Provincia di Cremona).
32
CITTA’ MAGICHE Praga, Lisbona, Dublino, Vienna, Trieste, Cracovia, Amburgo, Barcellona, Edimburgo, San Pietroburgo (se Putin non rovina tutto): dove le culture e le genti s’incrociano, nascono le idee.
33
VENEZIA Pezzo unico, gioiello assoluto. Forse, come diceva Montanelli, è troppo importante per lasciarla in mano a noi italiani.
34
VACLAV HAVEL Capo di Stato ironico. Avercene.
35
HELMUT KOHL Prima la riunificazione tedesca, poi la moneta unica europea. Dite quello che volete, ma l’uomo ha avuto coraggio e fantasia.
36
ATTORI Da Sordi a Sean Connery, da Mastroianni a Belmondo. Rispetto ai colleghi americani hanno un vantaggio: sono imperfetti.
37
RAGAZZE DELL’EST Battisti e Baglioni intuirono il fascino di quegli occhi chiari che ti guardano. Adesso non c’è più il comunismo; gli occhi chiari guardano (com’è giusto) le vetrine.
38
RAGAZZE DELL’OVEST Da Isabelle Adjani a Monica Bellucci, da Natalia Estrada a Claudia Schiffer: moderne opere d’arte (con l’aiuto del fotografo e del truccatore).
39
IMMIGRATI Chiamati dal bisogno: loro e nostro. Se ne faremo dei neoeuropei, vinciamo: noi e loro.
40
SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE Insieme alla scuola pubblica, è il marchio di fabbrica del continente. Giù le mani.
41
MINIGONNA Creata da Mary Quant negli anni ‘60, provoca ancora discussioni (poche) e turbamenti (parecchi).
42
L’INGLESE Semplice da parlare, facile da storpiare, accetta ogni violenza pur di dominare il mondo.
43
BED & BREAKFAST Risposta europea al motel. Magari trovate le pantofole del proprietario sul comodino, ma il risparmio e la prima colazione sono assicurati.
44
BAGUETTE Un modo semplice (un po’ fallico?) di confezionare il pane. Dal panettiere italiano, invece, occorre il dizionario (rosette, arabo, pane comune, ciabatte, all’olio, al latte, banane, bocconcini).
45
SMOGASBORD Un pasto su un panino. Contributo scandinavo all’appetito universale.
46
IMPRENDITORI Benetton, Branson, Bayer: quando non s’attaccano al carrozzone pubblico, sanno essere geniali.
47
ARCHITETTI Da Aldo Rossi a Renzo Piano, da Norman Foster a Richard Rogers: gli architetti europei hanno abbellito il mondo (trovano qualche problema, tuttavia, nel lavorare a Roma).
48
ROSSELLINI E FELLINI Hanno acchiappato il dopoguerra che passava, e ne hanno fatto poesie.
49
VESPA Ha ispirato film, ha trasportato innamorati e pacchi (in Italia come in India).
50
VECCHIE DIMORE Risparmiate dai bombardamenti, hanno conosciuto Amore & Manutenzione.
51
SPIAGGE E’ vero, ci sono i Caraibi. Ma volete mettere Sardegna, Sicilia e Grecia?
52
ALPI L’Himalaya è troppo alto; le Montagne Rocciose sono troppo grosse. Le Alpi offrono la giusta combinazione di imponenza, familiarità e fascino.
53
YOGURT Il contributo bulgaro alla civiltà occidentale.
54
DANTE, SHAKESPEARE e DOSTOJEVSKI Ragazzi, che fantasia.
55
MOZART e BEETHOVEN Il primo: genio puro, grande marketing. Dal Flauto Magico alla pubblicità, ascoltare per credere. Il secondo: Schroeder, amico di Charlie Brown, tiene in camera il busto di Beethoven, non di Frank Sinatra. Vorrà dire qualcosa.
56
VAN GOGH L’olandese disse che, con i suoi colori puri, "intendeva esprimere le terribili passioni degli uomini". C’è riuscito.
57
FORMAGGI Quelli americani, in confronto, sono materiale da costruzione.
58
ERASMUS I ragazzi girano, imparano, s’innamorano. I soldi meglio spesi nella storia dell’Unione Europea.
59
LOW COST L’Europa è l’unico luogo al mondo dove il taxi per l’aeroporto costa più del biglietto aereo.
60
CAFFE’ Grazie ai turchi arrivò a Venezia (1620) e a Londra (1652). Adesso siamo tutti drogati di coffee, cappuccini e café au lait.
61
SCARPE Ci sono quelle che stupiscono, quelle che respirano e quelle che rialzano (politicamente utili, a Roma come a Parigi).
62
AUTO TEDESCHE Sogno di professionisti, dirigenti, velocisti, conquistatori, ministri, autocrati e ambasciatori. Detroit insegue, ma non ha ripresa.
63
VINO FRANCESE Pinot Noir, Sauvignon Blanc e Chardonnay – pur di pronunciarne i nomi, americani, arabi e giapponesi sono disposti a tutto.
64
CIBO ITALIANO Roba semplice, salutare e popolare. Il mondo, ammirato, non apre bocca. Se non per mangiare.
65
NOTTI SPAGNOLE Ma questi quando vanno a dormire?
66
BICICLETTE Dai ragazzi di Amsterdam al ragazzo di Bologna (Prodi), dalle signore in bicicletta ai Ladri di biciclette. “Il mondo è piatto” scrive l’americano Tom Friedman. Anche molte delle nostre città, per fortuna. I cinesi forniscono i mezzi, noi l’entusiasmo.
67
AIRBUS Alla Boeing di Seattle ne parlano con rispetto.
68
ALTA VELOCITA’ Anche quando la velocità è media, va bene comunque. Viva i treni europei, da Lisbona a Mosca, con una città alle spalle e un’altra davanti.
69
CALCIO Milano, Manchester, Madrid, Monaco di Baviera, Marsiglia, Mosca: e queste sono solo le città con la M!
70
MONASTERI In tempi difficili sono serviti come laboratori, rifugi, biblioteche, centri culturali, fotocopiatrici. Umberto Eco lo ha spiegato al mondo.
71
ENCICLOPEDIA Dietro Google ci sono gli enciclopedisti (Voltaire, Diderot, D’Alambert).
72
TELEVISIONE L’abbiamo inventata noi (John Logie Baird, scozzese). Sarà un merito?
73
TORRE DI PISA Fosse stata diritta, chi se la filava?
74
GIOCONDA Forse non è il quadro più bello del mondo, ma è il più famoso. Basta e avanza.
75
LEGO Il danese Ole Kirk Christiansen, l’inventore, è stato beatificato da tanti genitori. Cosa faremmo, nei pomeriggi di pioggia, senza l’aiuto dei mattoncini?
76
SCIATORI E SCALATORI Alberto Tomba e Ingemar Stenmark, Reinhold Messner e Sir Edmund Hillary. Nella vita c’è chi scende e c’è chi sale, e in Europa sappiamo fare tutto.
77
SOCRATE e SENECA Sostenevano l’identità tra sapere e virtù. Illusi, ma ammirevoli.
78
TINTIN E ASTERIX Topolino ha trovato pane per i suoi dentini.
79
FERRARI Basta ascoltare il motore e guardare il colore.
80
TORTA SACHER e BLACK CAB Due cose scure che funzionano.
81
DON CHISCIOTTE Patrono degli utopisti e dei testardi.
82
SAUDADE La dolce nostalgia portoghese fa venir voglia d’esser tristi.
83
GIOCHI OLIMPICI Istituiti in Grecia nel 776 a.c., tornati in Grecia nel 2004. Era ora.
84
SIESTA Criticata come vizio mediterraneo, oggi è considerata un rimedio anti-stress. Rivalutato dalla scienza e nel costume, der pisolino ist très chic.
85
RINASCIMENTO Periodo entusiasmante, in cui l’Europa era l’America di turno.
86
MURO DI BERLINO Non siamo orgogliosi perché abbiamo permesso di tirarlo su (1961); siamo orgogliosi perché siamo riusciti a buttarlo giù (1989).
87
LAGHI Quasi tutti – per l’esattezza, 187.888 – stanno in Finlandia. Ma ci sono anche il Garda, il Loch Ness, il lago di Ginevra e il Balaton (tutti meglio del Gran Lago Salato).
88
SARAJEVO Bel posto, grande casino: speriamo sia l’ultimo.
89
PAESAGGI ITALIANI Mutevoli, unici e incantevoli ("Sembrava di viaggiare nell’illustrazione di un messale", Edith Warthon, Italian Backgrounds , 1905).
90
EUROPEI! Un modo per dire al mondo da dove veniamo, e quanto ne siamo orgogliosi.
 
I VOSTRI COMMENTI
    • Maria Concetta Ghionna | 22 agosto 2012 alle 15:35

      Punto 14 E Carlo Magno? Il primo a volere l’Europa unita con moneta unica. Punto 17 Benedetto sia il bidet! Appena rientrata da luogo ove era assente: gambe piene di lividi per potermi organizzare in qualche modo…Punto 19 Possiedo una Olivetti N. 35: va ugualmente bene per sentirsi orgogliosa o e’ necessaria la 22? Punto 24 Bella la bandiera europea, sembra il manto della Madonna (Maria, non la pop star) Punto 35 Idem punto 14 Punto 37 Le ragazze dell’est ora guardano i “beccamorti” italiani attempati, scopo nozze-lampo-divorzio-lampo. Le nipotine delle vecchie Matrioske hanno scoperto il business delle separazioni (casa, mantenimento, assegno divorzile, ecc.ecc. Nuove nozze-lampo-divorzio-lampo, casa, mantenimento, soldi and so on……..

Lascia il tuo commento